Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version Locations of visitors to this page

Aiutateci a rendere visibile concertodisogni premendo "Mi piace"
'
Inserizionisti Racconti Poesie

 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 4 Favole e Racconti / Tales - Galleria artistica
 Anselmo e la solitudine
Condividi
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
Gabriella Cuscinà
Senatore


Italy
211 Inseriti
102 Gold
216 Punti Rep.
Inserito - 22/12/2006 :  16:50:11  Mostra Profilo  Visita la Homepage di Gabriella Cuscinà Invia un Messaggio Privato a Gabriella Cuscinà
Anselmo e la solitudine

Un giorno Anselmo mi disse che, secondo lui, siamo soli perché tutto ciò che riguarda la fede in Dio non è mai facile. Però essa non è estranea al cuore dell’uomo e non è lontana dai suoi desideri. Mai come oggi abbiamo avuto a disposizione tanti beni materiali. Ma non siamo felici lo stesso, basta fare un confronto tra la pubblicità che promette mirabilie e le notizie che raccontano la vita vera. Sono molti quelli che credono di non essere felici perché manca loro ancora qualcosa. E d’altronde sono sempre di più quelli che cominciano a dubitare che non è questione di pane per lo stomaco, ma di cercarne un altro tipo: il pane dello spirito, quello che solo Dio riesce a fornirci. Questo pane possiamo trovarlo solo in Lui. Se lo cerchiamo, lo troviamo e se ne testimonieremo l’esistenza, lo faremo conoscere anche agli altri. Bisogna fare del bene, essere altruisti e generosi. Dedicandosi agli altri, non si è più soli.
Anselmo aveva aggiunto: - Io prima ero sempre solo, insoddisfatto e alla ricerca della felicità; poi ho capito che avendo l’anima rivolta a Dio, riuscivo a non sentirmi più solo, a trovare pace e serenità. Ora sono finalmente soddisfatto e non sento bisogno più di nulla, solo di pregare e fare del bene agli altri. Riesco a sentire una voce che mi parla di quelle sensazioni che abbiamo dentro, di cieli azzurri e aria pulita, di sogni e batticuori, di voglia di abbracciarsi e piangere insieme.-


Gabriella Cuscinà

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Incorniciato Peripezie di un libro
Tema Incorniciato La paura dell'acqua pura
Tema Ma chi era?
Tema Incorniciato L'avventura di Delia 
Tema Incorniciato La beffa di Andrea
Tema Incorniciato Il coltello insanguinato
Tema Incorniciato Quando tu puggi io lasco
Tema Incorniciato La nipotina dal nome speciale
Tema Incorniciato Nonna Fiamma
Tema Incorniciato Scrivere 
Tema Incorniciato La Storia
Tema Incorniciato Lo strano corteo
Tema Incorniciato Lo chiamavo Mike
Tema Incorniciato Tina e il presidente
Tema Incorniciato Natale in autobus
Tema Incorniciato MA.RU. 
Tema Incorniciato Amnesia
Tema Incorniciato Una partita di pallone
Tema Incorniciato Il genetliaco 
Tema Incorniciato Una poesia per Teleton
-----------------------------------------
Condividi
Vai a:

Pagina Caricata in :0,84
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2011 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page