Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version Locations of visitors to this page

Aiutateci a rendere visibile concertodisogni premendo "Mi piace"
'
Inserizionisti Racconti Poesie

 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 4 Favole e Racconti / Tales - Galleria artistica
 Anselmo e la solitudine
Condividi
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
Gabriella Cuscinà
Senatore


Italy
212 Inseriti
102 Gold
217 Punti Rep.
Inserito - 22/12/2006 :  16:50:11  Mostra Profilo  Visita la Homepage di Gabriella Cuscinà Invia un Messaggio Privato a Gabriella Cuscinà
Anselmo e la solitudine

Un giorno Anselmo mi disse che, secondo lui, siamo soli perché tutto ciò che riguarda la fede in Dio non è mai facile. Però essa non è estranea al cuore dell’uomo e non è lontana dai suoi desideri. Mai come oggi abbiamo avuto a disposizione tanti beni materiali. Ma non siamo felici lo stesso, basta fare un confronto tra la pubblicità che promette mirabilie e le notizie che raccontano la vita vera. Sono molti quelli che credono di non essere felici perché manca loro ancora qualcosa. E d’altronde sono sempre di più quelli che cominciano a dubitare che non è questione di pane per lo stomaco, ma di cercarne un altro tipo: il pane dello spirito, quello che solo Dio riesce a fornirci. Questo pane possiamo trovarlo solo in Lui. Se lo cerchiamo, lo troviamo e se ne testimonieremo l’esistenza, lo faremo conoscere anche agli altri. Bisogna fare del bene, essere altruisti e generosi. Dedicandosi agli altri, non si è più soli.
Anselmo aveva aggiunto: - Io prima ero sempre solo, insoddisfatto e alla ricerca della felicità; poi ho capito che avendo l’anima rivolta a Dio, riuscivo a non sentirmi più solo, a trovare pace e serenità. Ora sono finalmente soddisfatto e non sento bisogno più di nulla, solo di pregare e fare del bene agli altri. Riesco a sentire una voce che mi parla di quelle sensazioni che abbiamo dentro, di cieli azzurri e aria pulita, di sogni e batticuori, di voglia di abbracciarsi e piangere insieme.-


Gabriella Cuscinà

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Incorniciato Il bambino che uccise
Tema Incorniciato La fotografia
Tema Incorniciato I limiti del mondo
Tema Incorniciato Uno strano caso
Tema Incorniciato Il negozio dei sogni
Tema Incorniciato Se avvenisse
Tema Incorniciato Valeria e il cocker
Tema Incorniciato Qualche chilo in più
Tema Incorniciato Silenzio
Tema comunicazione
Tema Per Beppe e gli amici di Concertodisogni
Tema Incorniciato Un grande amore 
Tema Incorniciato Incipit
Tema Incorniciato Le industrie del latte
Tema Incorniciato Come è nato il romanzo
Tema Incorniciato Gli occhi nella notte
Tema Incorniciato I mirabolanti racconti dell'avvocato
Tema Incorniciato La decisione di Clara 
Tema Incorniciato Il signore di Alassio
Tema Incorniciato Renato 
-----------------------------------------
Condividi
Vai a:

Pagina Caricata in :0,78
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2011 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page